Amministrative

1° Ricorso al T.A.R.:

1) Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana – Firenze: Terza Sezione – Ricorso R.G. n. 2824/’98

 

La corrispondenza pregressa:

 

*******

2° Ricorso al T.A.R.:

2) Tribunale  Amministrativo Regionale per la Toscana – Firenze: Seconda Sezione – Ricorso R.G. n. 2555/’00

 

La documentazione pregressa:

 

La corrispondenza intercorsa con l’avv. E. Dalli Cardillo:

 

*******

3° Ricorso al T.A.R.:

3) Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana – Firenze: Seconda Sezione – Ricorso R.G. n. 1177/’02

 

La documentazione pregressa:

 

La corrispondenza intercorsa con l’avv. E. Dalli Cardillo:

La corrispondenza intercorsa con il Comune di Grosseto:

*******

I° Ricorso in Appello:

4) Consiglio di Stato – Roma: Sezione Quarta – Ricorso R.G. n. 11522/’03
> Presidente dott. Gennaro Ferrari
> Consigliere dott. Vito Poli
> Consigliere rel. dott. Bruno Mollica
> Consigliere dott. Carlo Deodato (dal maggio 1994 al gennaio 1998, in qualità di Giudice Istruttore, si era “occupato” della mia causa civile R.G. N° 1448/’94, allora pendente presso il Tribunale di Grosseto, e che  pertanto non avrebbe dovuto essere presente nella composizione del collegio giudicante del Consiglio di Stato, astenendosi dal relativo giudizio per incompatibilità)
> Consigliere dott. Sandro Aureli

 

La corrispondenza intercorsa con gli avvocati Francesco Tafuro e Giuseppe de Majo durante e dopo il Ricorso al Consiglio di Stato:

 

*******

L’Esposto:
 
5) Esposto all’Ufficio Disciplina del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Roma – Pratica N° 895/’07

 

*******

L’Esposto:

6) Esposto al Difensore Civico della Toscana Dr. Giorgio Morales

I casi risolti dal Comune di Covo:

    • Gennaio/Febbraio 2009 – La soluzione applicata dal Comune di Covo (ecco come il Sindaco, Carlo Redondi, a differenza dei vari Sindaci di Grosseto che si sono avvicendati negli anni – Valentini, Antichi, Bellettini, Bonifazi -, ha risolto con trasparenza ed efficacia il caso di un fallimento immobiliare tutelando la parte più debole, quella degli assegnatari degli alloggi)

 

I casi risolti dalla Provincia di Lucca:

 

 

 

 

Corrispondenza con il Difensore Civico della Toscana:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • 19.05.09 – Nota del Difensore Civico della Toscana, Dr. Giorgio Morales, con allegata risposta del 23.03.09 del dirigente del Settore Tributi e Patrimonio del Comune, Dott. Nazario Festeggiato (Il 22.05.09 ricevo questa nota del Difensore Civico della Toscana con allegata risposta, in forma interlocutoria, del Comune che risponde FISCHI PER FIASCHI. Infatti con nota del 19.01.09 il Dirigente del Settore Tributi e Patrimonio, Dr. Nazario Festeggiato, aveva chiesto all’Avv. Umberto Gulina il dovuto parere sulla base di quanto già precedentemente all’esame. L’Avv. Gulina invece di fornire il suo parere, informa il Dr. Festeggiato – vedi nota del 23.03.09 – che è stata fissata per il giorno 21.04.09 dinanzi alle Sezioni Unite della Corte di Cassazione udienza in Camera di Consiglio per l’esame del ricorso proposto dal Falzea. Tale ricorso però non ha niente a che vedere con la RISOLUZIONE DELLA CONVENZIONE, in merito alla quale si è attivato il Difensore Civico, bensì RIGUARDA LE BEN SETTE CERTIFICAZIONI PALESEMENTE ARTEFATTE rilasciate dal Comune alla Biemme Costruzioni con le quali, in corso di causa, si gonfiava il prezzo dell’alloggio da £. 122.000.000, stabilito nell’atto preliminare di compravendita, fino a £. 165.000.000. Si consideri che il prezzo stabilito nel preliminare era già un prezzo alterato di 20 milioni circa)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

*******

Il Ricorso per Cassazione:

7) Suprema Corte di Cassazione – Roma: Ricorso per Cassazione N.R.G. 17207/’08

La corrispondenza intercorsa con il Comune di Grosseto prima e dopo il Ricorso per Cassazione:

 

 

 

 

 

 

 

La corrispondenza intercorsa dopo il Ricorso per Cassazione con l’avv. Giovannangelo Patalano e, per suo tramite, con l’avv. Riccardo Cottone e il dott. Salvatore Parascandola:

 

 

 

 

 

*******

L’Esposto:

8) Esposto all’Ufficio Disciplina del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Napoli – Pratica N° 14017/2014

 

 

 
*******
L’Esposto:
 
9) Esposto all’Ufficio Disciplina del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Grosseto – Pratica N° 1/2014

 

*******

 
L’Esposto – Denuncia alla Corte dei Conti:

10) Corte dei Conti Procura Regionale per la Toscana – Esposto Denuncia Prot. n: V 2010/00949/BNT
> Giudice dott. Nicola Bontempo (dal 2010 al 2013)
> Giudice dott. Marco Smiroldo (per pochi mesi dell’anno 2014)

    • 21.01.15 – Il dott. Ettore Capialbi, preposto, “risponde”, tramite mail, alla mia richiesta (dopo 16 giorni dall’invio della mia mail, non avendo ricevuto alcun riscontro, telefonavo al dott. Ettore Capialbi per sapere il motivo per il quale non mi aveva fornito alcuna risposta. In maniera sgarbata mi diceva che io non potevo ricevere notizie poichè non ero parte in causa. Al che con una certa risolutezza replicavo dicendogli che ero in attesa da quattro anni e mezzo e che in qualità di denunciante ritenevo di avere diritto di essere informato. Quindi gli domandavo se l’esposto era sempre vivo ed ancora da assegnare ad un nuovo magistrato. Il dott. Capialbi mi rispondeva confermando che l’esposto era sempre vivo e da assegnare ad un nuovo magistrato. Gli domandavo pure se il procuratore Angelo Canale era sempre in carica alla Procura di Firenze. A quel punto gli ribadivo che desideravo una conferma scritta di tutto quello che mi aveva riferito. Al che il Capialbi mi diceva che nel rispondermi non avrebbe potuto fare altro che confermarmi quanto mi aveva detto verbalmente. Pertanto lo esortavo a darmi risposta scritta. Dopo poche ore dalla mia discussione telefonica con il dott. Capialbi, come si suol dire “a ciel sereno”, ricevevo questa assurda, meschina e folle “risposta”)
  • 05.01.15 – E-mail inviata al dott. Ettore Capialbi della Procura Regionale della Corte dei Conti per la Regione Toscana (il 10.12.14, io, accompagnato dagli amici Gino Sannino e Pino Zarrilli, mi sono recato presso la Procura Regionale per parlare con il Procuratore, dott. Angelo Canale. In sua vece, ci ha ricevuti il dott. Ettore Capialbi sia perchè non avevamo un appuntamento, sia perchè il Procuratore non si trovava in sede e sia perchè il dott. Canale era in attesa di un suo trasferimento ad altra Procura. Al dott. Ettore Capialbi, sono state chieste delle informazioni sull’operato della Procura ed infine gli ho chiesto informazioni sullo stato in cui si trovava un mio esposto-denuncia presentato il 13 agosto 2010. Questo dott. Capialbi, non si rendeva subito disponibile a darci informazioni, trincerandosi, tra l’altro, sul fatto che occorreva l’autorizzazione del Magistrato. Al che, in seguito a mia insistenza e dopo avergli fornito la documentazione per risalire all’esposto-denuncia, ci faceva sapere che lo stesso esposto-denuncia era ancora vivo, praticamente intendeva dire che non era stato archiviato, ma che doveva essere assegnato ad un nuovo Magistrato. In seguito a mia nuova richiesta, ci faceva sapere che per ottenere notizie ufficiali avrei dovuto inviargli una mail con il frontespizio dell’esposto, arrecante il numero dell’R.G., corredato dal documento d’identità. Il 05.01.15, secondo le indicazioni fornitemi dal dott. Ettore Capialbi provvedevo ad inviargli la presente mail. Subito dopo gli telefonavo e ricevevo rassicurazioni sull’avvenuto recapito)

 

  • 05.11.13 – Il Procuratore Generale, Salvatore Nottola, risponde, tramite e-mail (il dott. Salvatore Nottola con questa semplice mail si solleva dalla chiamata in causa e dichiara il falso nel riferire che: “…dopo un periodo di stasi causato da avvicendamenti di magistrati nell’ambito della Procura competente…”. In realtà la stasi è stata causata da un periodo di assenza per malattia, durato quasi tre anni, del dott. Nicola Bontempo. Questo giudice al suo rientro dal lungo periodo di malattia è stato o si è fatto trasferire ad altro ufficio!)

 

 

 

 

 

*******

II° Ricorso in Appello:

11) Consiglio di Stato – Roma: Sezione Quarta – Ricorso R.G. n. 8554/11

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

*******

Il Ricorso:

12) Tribunale di Grosseto – Ricorso al Giudice di Pace n° R.G. 1799/11 e n° R.G. 2046/11
> Giudice dott. Alessandro  Falconi Amorelli

*******

4° Ricorso al T.A.R.:

13) Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana – Firenze: Seconda Sezione – Ricorso R.G. n. 1704/2012
> Presidente dott. Saverio Romano
> Consigliere dott. Eleonora Di Santo
> Estensore dott. Luigi Viola

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • 07.12.12 – Memoria di costituzione dell’avv Umberto Gulina (In questa memoria l’avv. Umberto Gulina, come è sua consuetudine, afferma il falso nel dichiarare che: “Si riserva di argomentare e motivare le suesposte eccezioni, nonchè di depositare opportuna documentazione (per sopperire alla mancanza, crediamo studiata, rilevata nella pur copiosa produzione del ricorrente).” Infatti, dalla produzione dell’avv. Umberto Gulina, sono emersi documenti che Bruno Falzea non ha mai avuto come ad esempio l’informativa del Sindaco redatta il 10.05.10 per il Prefetto della Provincia di Grosseto, dott. Giuseppe Linardi (che l’aveva richiesta il 09.11.09), al quale Bruno Falzea, il 01.03.10, aveva inviato istanza con la quale chiedeva di volerlo informare in merito alle comunicazioni intercorse con l’avv. Umberto Gulina ed eventuali soggetti interessati alla vicenda e dell’esito delle suddette comunicazioni; ma il Prefetto non ha dato mai alcun riscontro alla richiesta di Bruno Falzea).

 

 

La corrispondenza pregressa:

 

 

*******

Il Ricorso:

14) Commissione Tributaria Provinciale di Firenze: Quarta Sezione – R.G. n° 102/2014

 

 

 

 

 

*******

III° Ricorso in Appello

15) Consiglio di Stato – Roma: Sezione Quarta – Ricorso R.G. n. 10607/15:
> Filippo Patroni Griffi, Presidente

> Fabio Taormina, Consigliere
> Leonardo Spagnoletti, Consigliere
> Daniela Di Carlo, Consigliere
> Nicola D’Angelo, Consigliere, Estensore

 

 

 

 

 

 

 

*******

L’Esposto

16) Esposto all’Ufficio Disciplina del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Milano – Pratica N° 92/2018 del 01/02/18 – Consiglio Distrettuale di disciplina di Milano – Pratica 244/2018 del 13/03/18 (assegnato alla Sezione il 14/05/18) 

 

Share

Comments are closed.