I protagonisti della vicenda

In ordine alfabetico, si riportano i nominativi di alcune persone e associazioni che si sono adoperate per ostacolarmi e danneggiarmi nel corso della mia vicenda. Con il dott. Giulio De Simone ho iniziato a spiegare i motivi che si basano su fatti accaduti o notizie attendibili assunte:

1) Abenavoli Aldo Raffaello – avvocato -:…;
2) Agostini Paolo – dottore commercialista -:…;
3) Allocca Salvatore – ex assessore ed ex senatore:…;
4) Altroconsumo -:…;
5) Amarugi Tania – avvocato ed ex consigliere comunale -:…;
6) Ancarani Loris – ragioniere commercialista -:…;

7) Antichi Alessandro – avvocato ed ex sindaco -:…;

8) Assocond/Conafi -:…;

9) Assocond/Conafi Toscana -:…;
10) Balocchi Giulio – dirigente -:…;
11) Bardi Renzo – socio della Biemme Costruzioni – (deceduto):…;
12) Barzagli Silio – dottore commercialista -:…;
13) Bellettini Gabriele – ex consigliere comunale ed ex sindaco -:…;

14) Berardinis Pietro – giudice -:…;
15) Berlusconi Silvio – ex presidente del consiglio -:…
16) Betti Vittorio – architetto -:…;

17) Bilisari Marco – giudice -:…;
18) Bonifazi Emilio – ex sindaco -:…;
19) Bottoni Roberto – avvocato -:…;
20) Calabria Paolo – sostituto procuratore -:…;
21) Calò Marco – avvocato -:…;

22) Caltabiano Giuseppe – dottore -:…;
23) Camarri Antonio – architetto -:…;
24) Camilloni Claudio – geometra -:…;
25) Candini Paolo – ingegnere -:…;
26) Capitani Alessandro – ex dirigente generale -:…;
27) Carollo Marco – avvocato -:…;
28) Casini Angela – avvocato -:…;
29) Casini Guido – geometra -:…;

30) Castiglia Giuseppe – giudice -:…;
31) Catoni Luciano – architetto -:…;
32) Ceciarini Alessandro – ingegnere -:…;
33) Cocco Mauro – geometra -:…;
34) Colomba Luigi – ex consigliere comunale -:…;
35) Costa Michele – avvocato -:…;
36) Cottone Riccardo – avvocato -:…;

37) Cruciani Susanna – dirigente -:…;
38) Dalli Cardillo Eugenio – avvocato -:…;

39) D’Angelo Nicola – giudice -:…;                            

40) De Cesaris Andrea – avvocato -:…;

41) De Bianchi Marco – dirigente -:…;

42) Defilippi Claudio – avvocato -:…;
43) De Majo Giuseppe – avvocato -:…;
44) Deodato Carlo – giudice -:…;

45) De Simone Giulio – ex giudice della Corte di Appello di Firenze ed attuale presidente del Tribunale di Grosseto -: Si premette che è iscritto al rotary club di Grosseto e nel biennio 1995/1996, è stato presidente, come è stato presidente l’ing. Antonio Ludovico (progettista e direttore dei lavori della Biemme Costruzioni) nel biennio 1994/1995, ed è attuale presidente l’avv. Umberto Gulina (incaricato, sin dal 1997, dalla giunta Antichi, di difendere il Comune ad oltranza). Risultano inoltre iscritti al rotary l’avv. Alessandro Antichi (ex sindaco), l’arch. Giancarlo Tesei (consulente incaricato nel 1997 dalla Procura) e il geom. Claudio Camilloni (nominato nel 1998 consulente dal Tribunale). Come pure reso pubblico, gli iscritti si incontrano presso l’hotel Airone, per le riunioni conviviali, il 1°, 3° ed eventuale 5° martedì; invece per le riunioni non conviviali il 2° e 4° martedì. Il rotary club di Grosseto fa parte del distretto 2070 il cui territorio comprende oltre la Toscana, l’Emilia Romagna e la Repubblica di San Marino. Nell’ambito del distretto sono previste delle riunioni settimanali. Dopo questa breve premessa s’informano i visitatori di questo sito che il 12 febbraio 1998, l’ex legale di Falzea Bruno, avv. Andrea De Cesaris, presentava reclamo ex art. 669 terdecies c.p.c.. L’udienza collegiale veniva fissata per il 26 febbraio 1998 e avrebbe dovuto presiederla l’allora presidente del Tribunale di Grosseto, dott. Domenico Timpano. Detta udienza slittava al 5 marzo 1998, ma a presiederla vi era il dott. Giulio De Simone, il quale relazionava agli altri due giudici, dott. Luigi Massariello e dott. Giovanni Ariolli, argomentando in maniera distorta, ad esempio: in merito ai pagamenti in “conto mutuo” (per una somma complessiva di £. 55 milioni) che erano stati pretesi illegittimamente dalla Biemme Costruzioni, riferiva agli altri due giudici come se si trattasse di richiesta lecita e per di più che Falzea avrebbe potuto effettuare i pagamenti ricorrendo a finanziamenti speciali in conto mutuo, da richiedere all’istituto mutuante. L’avv. De Cesaris nel momento del suo intervento non chiariva quanto aveva asserito il giudice De Simone, pertanto Falzea prendeva la parola per rettificare le affermazioni del dott. De Simone. Questi però richiamava il Falzea al quale faceva presente che non aveva la facoltà di parlare e, se si fosse verificato un’altra volta l’avrebbe mandato fuori dall’aula. Seguiva un nuovo intervento del giudice De Simone il quale continuava a considerare i comportamenti illeciti commessi dalla Biemme, come fatti regolari. Anche in questo caso l’avv. De Cesaris non puntualizzava i motivi a fondamento del reclamo ex art. 669 terdecies c.p.c., dallo stesso presentato, costringendo così il Falzea ad un nuovo intervento. A questo punto il giudice De Simone mandava fuori dall’aula il Falzea per liberarsi dalla presenza da lui ritenuta di disturbo. Nel verbale di udienza è riportato che: “Il Presidente, viste le successive intemperanze del ricorrente, ne dispone l’esclusione dalla Camera di Consiglio”. Nell’ordinanza pronunciata dal dott. De Simone si osserva: “Viene reclamata con riproposizione degli stessi argomenti già disattesi dal primo giudice, l’ordinanza di rigetto dell’istanza per sequestro conservativo. Trattasi di istanza proposta nell’ambito di processo civile, inteso ad ottenere sentenza sostitutiva di contratto, procedimento cui sono accessorie domande di restituzione della somma di £. 50.000.000 e di risarcimento di un danno, il cui profilo, in citazione, non è indicato. Nei successivi atti, prodotti in corso di giudizio, l’eventuale profilo di danno riceve maggior determinatezza, dovendosi assimilare al pregiudizio, paventato dall’attore, derivante dall’eventuale azione che l’istituto bancario mutuante, a seguito delle inadempienze della convenuta, potrebbe intraprendere. Trattasi, peraltro, di ipotesi fondata da congetture ed a cui non può ritenersi estraneo il comportamento dello stesso attore; non v’è, inoltre, alcunché, neppure prospettato, che possa indurre a ritenere che la convenuta intenda sottrarsi alle proprie obbligazioni. Deve dunque, sotto il duplice profilo dell’insussistenza del pericolo nel ritardo  e dello scarno fondamento della pretesa risarcitoria, così come palesata nel ricorso per sequestro e speculare ricorso per riesame, respingersi la domanda. Dopo l’udienza, nel corridoio del Tribunale, avveniva un’accesa discussione tra Falzea e l’avv. De Cesaris al quale veniva rimproverato il suo comportamento  remissivo e sott’omissivo mantenuto durante l’udienza sia nei confronti dell’avv. Serano Guidoni (legale della Biemme Costruzioni) e sia nei confronti del giudice De Simone).  Tale grave comportamento dell’avv. De Cesaris (già verificatosi in passato per altre circostanze), induceva Falzea Bruno ad affiancargli un nuovo legale, l’avv. Marco Calò. Ciò purtroppo non sortiva alcun positivo effetto, anzi si veniva a sapere che fra i due avvocati intercorrevano ottimi rapporti poiché il De Cesaris aveva fatto pratica con il Calò il quale era stato testimone d’anello al matrimonio del suo praticante. Nell’anno 2000 il giudice De Simone si trasferiva alla Corte di Appello di Firenze, ma manteneva la residenza e le sue frequentazioni nella città di Grosseto; inoltre, corre voce, pare abbia mantenuto, per diverso tempo, pure l’ufficio presso il Tribunale di Grosseto. Il 5 dicembre 2002 la Biemme Costruzioni veniva dichiarata fallita (sei mesi prima, anche la S.I.L.T.E.M., i cui soci erano gli stessi della Biemme, veniva dichiarata fallita, sembra per non aver pagato all’I.N.P.S. contributi degli operai per un ammontare di tre miliardi di lire). Il giudice De Simone non è un mago e non poteva certamente prevedere che la Biemme avrebbe fatto questa fine, ma è pur vero che due società aventi gli stessi soci, ai quali probabilmente era stato permesso per diversi anni di portare avanti i loro sporchi traffici, non possono fallire improvvisamente! Chi dunque meglio del giudice De Simone poteva saperlo?! Ciò nonostante, respingeva la domanda …;

46) Del Core Enrico – avvocato -:…;

47) Di Carlo Daniela – giudice -:…;
48) Di Falco Eugenia – giudice -:…; 

49) Di Santo Eleonora – giudice -:…;
50) Domenichelli Enrico – ragioniere -:…;

51) Falconi Amorelli Alessandro – giudice di pace -:…;
52) Fantoni Franco – geometra -:…;
53) Ferrari Gennaro – ex giudice -:…;
54) Fini Gianfranco – ex presidente della camera dei deputati -:…;

55) Fiore Stefano – avvocato -:…;

56) Forlenza Oberdan – giudice -:…;
57) Gaetano Daniela – giudice -:…;
58) Galati Silvia – agente assicurazioni -:…;
59) Giardina Salvatore – ex giudice -:…;
60) Ginanneschi Cinzia – responsabile amministrativa -:…;

61) Grauso Pierpaolo – giudice -:…;
62) Gualtiero Gualtieri – avvocato ed ex giudice onorario aggregato -:…;
63) Guidetti Andrea – ingegnere -:…;
64) Guidoni Serano – avvocato – (deceduto):…;
65) Guidoni Anna – ex assessore -:…;

66) Gulina Giovanni – avvocato -:…;
67) Gulina Umberto – avvocato -:…;
68) Jodice Marco – architetto -:…;
69) Lazzeri Eugenio – giudice -:…;
70) Ludovico Antonio – ingegnere -:…;
71) Luti Roberto – dottore commercialista -:…;
72) Marconi Claudio – avvocato -:…;

73) Massari Bernardo – giudice -:…;

74) Mazza Leonardo – avvocato -:…;

75) Mensi Michele – avvocato -:…;
76) Metro Adolfo – giudice -:…;
77) Mezzaluna Marco – giudice -:…;
78) Milani Francesco – ragioniere, socio della Biemme Costruzioni – (deceduto):…;
79) Molino Pietro – giudice -:…;
80) Mollica Bruno – giudice -:…;
81) Moretti Daniele – ragioniere -:…;
82) Mugnai Franco – senatore -:…;
83) Mussio Donato – avvocato – (deceduto):…;

84) Napolitano Roberto – ex procuratore della repubblica -:…;

85) Navarro Maria – sostituto procuratore -:…;
86) Nicosia Giuseppe – avvocato -:…;
87) Oneto Alessandro – avvocato -:…;
88) Ottati Paolo Cesare – ex giudice -:…;
89) Parancandola Salvatore – dottore -:…;
90) Patalano Giovannangelo – avvocato -:…;

91) Pinna Loredana – avvocato -:…;
92) Poli Vito – giudice -:…;
93) Potenza Raffaele – giudice -:…;
94) Pedone Vincenzo – ex giudice -:…;
95) Pellegrini Elena – avvocato -:…;
96) Regolo Attilio – ingegnere -:…;

97) Romano Saverio – giudice -:…;

98) Rossi Fabrizio – assessore -:…;

99) Rossi Massimiliano – sostituto procuratore -:…;

100) Ruggieri Umberto – ex direttore -:…;

101) Ruggiero Angelo – segretario generale -…;

102) Sabbato Giovanni – giudice -:…;

103) Salerno Tito – ex procuratore della repubblica – :…;
104) Sarti Leo – geometra -:…;

105) Sgambati Giovanni – giudice -:…;
106) Tafuro Francesco – avvocato -:…;
107) Tarsi Franco – ex dirigente -:…;
108) Tesei Giancarlo – architetto -:…;

109) Turco Alessandro – giudice -:…;
107) Serafini Roberto – geometra -:…;
108) Sfrecola Michele – ex giudice -:…;
109) Valentini Loriano – ex sindaco -:…;
110) Viola Luigi – giudice -:…;

111) Vivarelli Colonna Antonfrancesco – sindaco -:…;

Share

Comments are closed.